Navigazione veloce
> N@T Natural and Artistic Treasures – Heritages of the Highlands – PNSD

N@T Natural and Artistic Treasures – Heritages of the Highlands – PNSD

UN MAB IN PARADISO

Estate 2022

Si è concluso il percorso formativo “Un Mab in Paradiso” che ha visto impegnate le delegazioni scolastiche di tredici scuole secondarie di secondo grado provenienti da tutta Italia dal 17 al 22 luglio a Ceresole Reale.

Il progetto promosso dal nostro Liceo in collaborazione con l’Istituto 25 Aprile Faccio di Cuorgnè è  inserito nel percorso formativo N@T Natural and Artistic Treasures – Heritages of the Highlands – PNSD, volto alla conoscenza, alla valorizzazione e alla tutela dei patrimoni naturali, storici, artistici e culturali delle alte terre del territorio italiano e alla sperimentazione di modalità di didattica digitale innovativa, learning by doing – outdoor learning.

La scelta di raggiungere le terre piemontesi per questo Summer Camp è nata dalla volontà di celebrare i 100 anni del Parco Nazionale del Gran Paradiso stimolando gli studenti alla sua scoperta attraverso un percorso di mappatura percettiva del territorio.

Lunedì 18 luglio, nella sala del centro visitatori di Ceresole Reale i partecipanti hanno ricevuto il benvenuto del sig Alex Gioannini, Sindaco di Ceresole Reale, e sono stati introdotti alla realtà del PNGP dal direttore del Parco Dott. Bruno Bassani.

Il Dott Micheli Lorenzo, ideatore del format MaB, ha introdotto i ragazzi al senso del campo.

Hanno curato gli aspetti formativi e organizzativi i proff. Luca Belotti (Liceo Crespi- Busto Arsizio) e Serena Toniolo (IIS 25Aprile-Faccio) rappresentanti delle due scuole promotrici e la professoressa Monica Fanizzi (IIS Natta – Bergamo), da sempre attiva per la salvaguardia del territorio alpestre, con la collaborazione della professoressa Sabrina Apa e l’ex alunna del Liceo Crespi- Beatrice Nardi- esperta di CBL challenge based learning.

Il percorso ha visto studenti e docenti impegnati nelle fasi di osservazione e cogenerazione ai piani del Nivolet, intorno al lago di Ceresole e al lago Dres da dove un piccolo gruppo ha anche raggiunto il colle del Nel per ridiscendere a Borgata Villa.

Moltissime le percezioni emotive che gli splendidi scenari montani del Parco hanno donato alla moderna e chiassosa compagnia tolkeniana. 

L’ascesa alle Alte Vette rapisce i viandanti come scrive il prof. Luca Belotti:

“Qui, rapiti dalla bellezza incommensurabile del lago e dei pascoli alpini di alta quota, avvertono uno strano malessere, un disturbo psicosomatico che trae la sua origine dalla magnificenza dello scenario paesaggistico.  Una strana sindrome di Stendhal…

Il silenzio cala, gli sguardi si fanno vividi e luminosi, i visi si dipingono di sorrisi grati per tale amenità.”

Terminate le fasi esplorative e percettive agli studenti, suddivisi in otto team eterogenei per provenienza, è stata affidata una sfida:

“Scrivete una lettera collettiva – rivolta ai neonati del 2022 – che porta con sé la speranza di un futuro di
d
ifesa, salvaguardia e valorizzazione del Parco Nazionale del Gran Paradiso: una piccola missiva letteraria dove fiumi, laghi, ghiacciai, specie animali e vegetali del Parco potranno sostenere le proprie ragioni e scrivere, assieme a noi umani, i termini della vita comune.

Trasformate i dati raccolti nelle fasi di esplorazione (osservazione e cogenerazione), le bellezze come le ferite, le speranze come le preoccupazioni, in nuovo linguaggio, in parole “politiche” che pretendono di essere ascoltate!”

L’incontro con turisti e abitanti del piccolo Borgo ai piedi delle maestose Levanne, sulle rive dell’omonimo lago, ha permesso agli studenti di osservare il territorio con gli occhi degli intervistati mescolando la propria visione con differenti punti di vista.

Con creatività e originalità i gruppi, nella giornata finale, hanno presentato i loro lavori a una giuria, composta da rappresentanti della scuola e del Parco. Gli otto lavori, differenti nella loro realizzazione ma tutti intensi nei messaggi trasmessi, hanno colpito tutti i presenti.

Si è aggiudicato il primo gradino del podio il team Maggiociondolo di cui faceva parte anche la nostra alunna Naturelle M. Insieme a lei hanno partecipato, con impegno e passione, alle attività de “Un MaB in Paradiso” anche Helen S., Filippo C. e Andrea N. che si sono distinti per le alte competenze digitali e relazionali.

https://www.mab.education/2022/07/18/un-mab-in-paradiso/

https://www.mab.education/2022/07/25/un-mab-in-paradiso-2/

https://www.mab.education/2022/08/01/se-il-mab-incontra-montagna-e-parchi/

MATERIALI

Lavori del team

Sintesi finale

ARTICOLI

Tutto è connesso, non si può toccare un fiore senza disturbare una stella

L’ascesa e il sublime

VIDEO

 

IN CORDATA: TRA MISTERO E IMMENSITA’ DELLE ALTE TERRE

“Tutti noi abbiamo luoghi che toccano la nostra anima e i nostri ricordi. In base a questo, ne abbiamo scelti alcuni, situati lungo la catena alpina, territori delle Alte Terre, che avessero significato e importanza nelle nostre vite.
Noi, studentesse del Liceo Crespi di Busto Arsizio, abbiamo viaggiato sulle ali delle moderne tecnologie, siti internet, app, video, realtà aumentate e realtà virtuali, per osservare i territori montani con occhi stupiti e sognanti.
Ci hanno affascinato punti di interesse ed emotivamente pregnanti a livello storico, come la Linea Cadorna, artistico e architettonico, i villaggi Walser, naturale, come il Parco Nazionale di Val Grande, e religioso, come il Sacro Monte di Varese e quello di Varallo incastonati come gemme preziose in luoghi dove madre natura dialoga con il divino.

Siamo andate alla scoperta delle caratteristiche più intime dei territori attraverso nuove lenti di ingrandimento, grazie ai percorsi formativi seguiti in precedenza, che ci hanno permesso di mettere a fuoco le bellezze naturali dei luoghi e l’incredibile Patrimonio etnografico delle Alte terre rappresentato dalla Popolazione Walser: l’identità e le tradizioni lontane, la lingua Titsch, i piatti tipici, i costumi, la musica e le leggende, nonostante l’inevitabile scorrere del tempo e i profondi cambiamenti della società odierna sono rimasti pressochè immutati.
I cammini di noi viandanti del XXI secolo, lungo una direttrice orientata verso nord ovest ci hanno condotto nei territori delle Valli Anzasca e Valsesia diventati il cuore pulsante del nostro peregrinare. Abbiamo allargato i nostri orizzonti alle peculiarità espresse dal cuore delle Alpi , ai racconti con della Signora Ester custode delle tradizioni Walser, di Martino, pastore e cantastorie, di Stelvio, artigiano del legno e della storia e pittore di stelle.
Abbiamo vissuto esperienze che allontanano, noi studenti pellegrini, dalla usuale vita frenetica e ci avvicinano alla cultura senza tempo, la cultura del popolo Walser, ad un tempo scandito dal respiro delle Alte Terre…

Caro lettore ….un vero viaggio non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.”

Così si conclude l’editoriale di una rivista che le mie splendide studentesse hanno redatto, dedicata ai patrimoni delle Alte Terre del territorio Italiano presentata stamane, in diretta nazionale, nella Tre giorni di una maratona progettuale iniziata ad ottobre 2020 e perseguita con sforzo e abnegazione da 26 istituti scolastici superiori del territorio alpino e appenninico nonostante la situazione emergenziale in corso.

Oltre 700 ragazzi di tutta Italia, 26 scuole in rete, hanno seguito il percorso formativo, da ottobre a marzo, che ha coinvolto figure illustri del panorama scientifico, artistico e divulgativo italiano Il dott Alessio Martinoli, la Prof.ssa Micaela Bordin, il Prof. Daniele Villa, Il Prof. Gianluca Ruggieri, i Prof.ssori Luca Giupponi e Anna Giorgi che hanno condotto gli studenti alla scoperta dei Patrimoni delle Alte Terre: biodiversità, Patrimonio agrozootecnico, tesori artistici e culturali, paesaggio e cultura , problematiche relative al recupero e all’efficienza energetica…. i temi trattati hanno suscitato notevole interesse e hanno permesso al progetto di ottenere ben due patrocini da enti importanti: il CAI e ASVIS.
In seguito gli studenti appartenenti alle delegazioni di ciascun istituto partecipante con il Dott. Lorenzo Micheli, prof.ssa Sabrina Apa e il prof Luca Belotti si sono cimentate come moderni esploratori nel N@T MADE : un percorso rivoluzionario di formazione dedicato agli studenti delle scuole secondarie (di primo) e di secondo grado su metodologie didattiche-innovative.
Il laboratorio N@T MADE ha voluto far vivere agli studenti partecipanti una duplice esperienza di co-progettazione, in grado di favorire l’acquisizione di nuove conoscenze e competenze di cittadinanza digitale, secondo due modelli/percorsi di apprendimento: un lavoro a squadre, effettuato a distanza, di analisi del territorio attraverso una mappatura particolare dei territori, un’analisi dei luoghi e dei vissuti, seguito dalle attività del MODE , un Laboratorio di decision & policy making su temi d’interesse sociale e ambientale delle Alte Terre dove ogni studente ha presentato le proprie istanze territoriali, condiviso riflessioni e idee sul nuovo volto della montagna dopo la pandemia.
CHE MONTAGNA CI ATTENDE E VOGLIAMO COSTRUIRE PER IL PROSSIMO FUTURO?
Lo abbiamo scoperto a Luglio con una splendida Summer Camp in quel di Bormio, cullati dalle alte vette, nella Val Viola e nei pressi dei laghi di Cancano dove abbiamo sperimentato un laboratorio di studio del territorio montano, delle sue tradizioni culturali, delle sue peculiarità enogastronomiche.
In seguito al nostro ritorno le montagne, compagne di mille avventure, ci hanno regalato un’altra sorpresa: l’intero percorso progettuale N@T è stato individuato tra i migliori quindici progetti internazionali al Premio Tullio de Mauro 2021.
E per il futuro ?
La nostra nuova avventura ci porterà a piedi delle alte terre occidentali, nell’alto Piemonte ed esattamente nelle bellissime vallate del Parco del Gran Paradiso in occasione dei suoi 100 anni.
L’ente Parco ha concesso il patrocinio per questa importante attività formativa che coinvolgerà 12 scuole della penisola, oltre 50 alunni e docenti accumunati dal desiderio di conoscere per tutelare, scoprire per amare, accudire per crescere.
L’allegra cordata di sposterà a Ceresole Reale per studiare da vicino l’importante area protetta, per cogliere le ragioni della tutela e valorizzazione del territorio alpestre.

Seguiteci …. zaino in spalla e …….. fatevi trasportare dalle emozioni, dai sogni, dal vento e dal respiro delle Alte Terre.

prof. Luca Belotti

DEDICATO A FRANCO GROSSI GRANDE AMICO E ISPIRATORE, LE SCUOLE E GLI SPLENDIDI RAGAZZI CHE CI HANNO SEGUITO SINO ALLA VETTA.

 

 

 

 

Benvenuti nella pagina dedicata al PROGETTO N@T!

Si tratta di un progetto innovativo transfrontaliero per la costruzione di un Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento – PCTO, in collaborazione con La Provincia di Varese, la Regione Lombardia, le associazioni che promuovono il territorio, gli enti universitari prestigiosi atenei come il Politecnico di Milano, Uninsubria e Unimi, i cui formatori parteciperanno all’iniziativa e il Liceo Crespi scuola capofila del progetto. Il progetto ha due significativi patrocini: quello di ASVIS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, e quello del CAI, Club Alpino Italiano.

            

 

BORMIO LUGLIO 2021

Materiale: BORMIO SUMMER CAMP

Lavori proodotti: ELABORATI STORYTELLING

LA FOTOGALLERY DELL’ESPERIENZA IN BORMIO – 8-13 LUGLIO 2021

VIDEO RECAP

 

 

MARATONA PROGETTUALE N@T – DAL 12 AL 14 APRILE 2021

LA FOTOGALLERY DEI MOMENTI PIÙ INTENSI DELL’EVENTO

GRAZIE A TUTTI E ARRIVEDERCI IN PRESENZA

… SULLE ALTE TERRE!!

 

Ecco i video dell’evento:

MODE 12 aprile 2021

evento del 14 aprile 2021

Presentazioni finali: qui

Mode – Policy Card presentazione finale: qui

Ci trovate sui canali social ufficiali del Ministero dell’Istruzione: 

https://www.instagram.com/noisiamolescuole/
https://www.facebook.com/noisiamolescuole

 

Di seguito si trovano i collegamenti alle pagine dedicate ai singoli incontri: ci sono i materiali utili e le registrazione dei webinar.

 

PRIMO INCONTRO N@T 11 novembre 2020

***

SECONDO INCONTRO N@T 24 novembre 2020

***

TERZO INCONTRO N@T 9 dicembre 2020

***

QUARTO INCONTRO N@T 13 gennaio 2021

 

QUINTO INCONTRO N@T 15 febbraio 2021

 MABTIME – FASE 1

incontro del 23 febbraio 2021

 

MABTIME – FASE2 

incontro del 9 marzo 2021